A volte capita che la muffa nonostante i trattamenti e le vernici specifiche utilizzate, torni a trovarci in breve tempo.

A questo punto viene da domandarsi: “Colpa del trattamento, dei materiali utilizzati, o sono proprio sfortunato io?”

Di solito si da la colpa al povero imbianchino di turno per aver fatto un pessimo lavoro.

MA SIAMO SICURI CHE SIA SEMPRE COSI’?

Certo, può capitare di essersi imbattuti in un imbianchino improvvisato o di quelli che buttano su e come viene viene; ma è possibile e nemmeno troppo raro, che le cause siano altre..

Analizziamo un caso  capitato di recente…

Sono stato contattato da un mio cliente che, dopo un anno circa dalla tinteggiatura  e trattamento antimuffa effettuati, si è ritrovato la muffa nella stanza

Visto che non è mia abitudine fregarmene dei problemi dei miei clienti, sono tornato da lui per un sopralluogo.

La situazione era la seguente:

sembrerebbe una parete bella piena di muffa…

Invece no..

è il fondo dell’armadio successivamente posizionato davanti alla parete trattata.

l’armadio era posto con la schiena sulla parete trattata e il lato destro sulla parete della finestra ( trattata comunque anche quella). 

Per valutare meglio e poter risolvere la situazione, ho chiesto di togliere il fondo dell’armadio ( che non era possibile spostare semplicemente perché facente parte integrante di un altro gruppo di mobili)

Questo è quello che abbiamo trovato:

La parete  ( quella che vedete nella foto) era bianca e senza muffa, mentre il fondo dell’armadio era così: ( vedi foto sotto)

Questo è  la parte posteriore del fondo dell’armadio. davanti era bianco con muffa nera ( come avete visto nella prima foto), 

COSA E’ SUCCESSO????

Analizzando vari parametri dell’aria con un termoigrometro e misurando poi  la temperatura della parete, è venuto fuori che   era di vari gradi sotto al punto di rugiada (il punto in cui il vapore contenuto nell’aria si ritrasforma in acqua).

Questo aveva contribuito  a creare la condensa.

La condensa non avendo possibilità di evaporare perché “tappata” dall’armadio è stata assorbita dal fondo del mobile ( che infatti misurato, aveva una percentuale di umidità ben al di sopra dei valori  sopportabili)

La muffa trovando un ambiente   costantemente umido, freddo e buio, ha trovato nel fondo dell’armadio il  territorio favorevole alla sua proliferazione. Territorio che la parete essendo stata sottoposta a trattamento, non le riservava.

dopo aver dato al cliente alcuni suggerimenti utili al trattamento del problema, ho pensato di condividere questo caso  con voi.

Nel caso aveste problemi simili contattatemi e vi aiuterò a trovare una soluzione.